martedì 3 giugno 2014

La luce in camera da letto nemica della linea: fa ingrassare, meglio dormire al buio



Meglio dormire al buio completo. Troppe fonti di luce in camera da letto. Dai led della tv, alla sveglia fino alla luce che filtra dalla finestra. Potrebbero aumentare il rischio di ingrassare.
Lo rivela un maxi-studio che ha coinvolto oltre 110mila donne e che è stato pubblicato sull'American journal of epidemiology. La ricerca evidenzia che quando in camera da letto c'è luce sufficiente a muoversi per la stanza senza sbattere qui e lì, insomma una lieve luminosità che eprmette di vedere (ma non di leggere) anche se è buio, allora iniziano i problemi con la bilancia.  Gli esperti dell'Istituto di Ricerca sul cancro a Londra hanno chiesto al campione di donne di dire quanto fosse luminosa la propria camera durante la nottata. Vi erano diverse gradazioni di luminosità tra cui scegliere: abbastanza per leggere, luminosa al punto da potersi muovere con disinvoltura senza andare a tentoni o sbattere, ma non ababstanza per leggere; con un livello di luce che ti permette di vedere le mani mettendole di fronte agli occhi ma non abbastanza per muoversi; buia al punto da non vedere le proprie mani e i propri vestiti.  Gli esperti hanno incrociato i dati di luminosità delle camere delle partecipanti con informazioni sul loro peso, indice di massa corporea, girovita, rapporto circonferenza vita/fianchi. E' emerso che più la luce c'è mentre si dorme, più si è tendenti ad essere sovrappeso. La luce può avere un ruolo sul fisico in quanto influenza i ritmi del nostro corpo, può influenzare la qualità del dormire e anche il metabolismo.

Post più popolari