domenica 23 novembre 2014

Perché è più difficile dimagrire in inverno?




Quando le temperature scendono e le serate sul divano diventano più frequenti, è più facile cedere alla tentazione di uno snack fuori pasto, prendere peso e vanificare gli sforzi fatti qualche mese fa per superare la prova costume. Le giornate uggiose, poi, ci tengono lontani dall'attività fisica rendendo il mantenimento della forma più arduo. Eppure, basta qualche accortezza per non perdere la linea e, perché no, smaltire quel chilo in più di cui non ci si era liberate la scorsa primavera.
Le abitudini sulle quali intervenire spaziano dall'alimentazione all'abbigliamento e, fra l'altro, si possono bruciare calorie con ogni tipo di attività. Il risultato sarà evidente non solo sul girovita ma anche sull’umore, incidendo dunque sulla voglia di uscire e fare sport. Vediamo quali sono i trucchi che ci permetteranno di dimagrire anche d’inverno.
1) Bruciare calorie con il freddo - Il corpo umano brucia circa 1200 Kcal al giorno per mantenersi a una temperatura intorno ai 36°, e ciò dipende in parte anche dalla temperatura dei cibi che s’ingeriscono: il metabolismo assimila il calore dalle pietanze calde mentre si “sforza” di riscaldare le pietanze fredde. Questo lavoro extra avviene anche quando si toglie una coperta dal letto o si abbassa di un grado il riscaldamento domestico: l’organismo, infatti, sarà costretto a bruciare più calorie del dovuto per mantenersi caldo.
2) Prediligere i carboidrati integrali - Se l’estate aveva abituato il corpo a frutta fresca, tanta acqua e pochi condimenti, l’inverno ci fa ritrovare dei vecchi amici: i carboidrati. La farina raffinata, di cui spesso sono composti, è un tipo di alimento ad alta assimilazione. I carboidrati ad alta assimilazione, definiti anche “semplici”, sono assimilati dal corpo rapidamente e con un irrisorio dispendio energetico. La farina integrale, invece, grazie al rivestimento esterno del chicco (la crusca), garantisce un lento rilascio energetico e fa sì che il corpo consumi una parte più consistente delle calorie che assume.
3) Combattere la ritenzione idrica con il tè verde - I fenomeni della cellulite e della ritenzione idrica causano inestetismi e possono ingigantire il numero sulla bilancia. Il gonfiore che determinano è dovuto ai liquidi trattenuti tra le cellule, eliminabili con l’aiuto dell’acqua e, soprattutto, del tè verde. Tra le numerose proprietà di queste foglie, infatti, si annovera quella diuretica che aiuta l’organismo a drenarsi e a sgonfiarsi.
4) Sì al cioccolato ma fondente - Il palato rimarrà sicuramente stupito dal sapore saturo e aggressivo del fondente, ma ecco cosa tenere a mente per non lievitare di 2 taglie: povero di burro di cacao e zuccheri, soddisfa “la voglia di dolce” senza compromettere la linea.
5) Addio alle scale mobili - Se il freddo e gli straordinari in ufficio rendono difficile andare in palestra, si può sfruttare l’architettura urbana per fare esercizio: dimenticare scale mobili e ascensori, approfittare dello shopping per fare passeggiate veloci, lasciare la macchina in garage e prendere i mezzi pubblici. Sono tutte piccole attività che messe insieme contrastano lo stile di vita sedentario e stimolano il metabolismo.


fonte

Post più popolari