lunedì 12 gennaio 2015

Romina Carrisi: "Recito, scrivo poesie e indago sugli asessuati"

Nelle foto scattate per la nuova campagna Cotril Romina Carrisi appare sensuale e seducente, ma più che il lato ... a colpire sono gli occhi. Malinconici e profondi che raccontano tutto sulla figlia di Romina Power e Al Bano. Da anni si è rifugiata a Los Angeles dove ha fatto persino la cameriera senza mai rinunciare all'arte: "Recito, scrivo sceneggiature, ne ho una pronta sul tema degli asessuati, scatto fotografie...", racconta a Tgcom24.
 




 All'appuntamento, in una lussuosa suite dell'hotel Bulgari di Milano, si presenta senza un filo di trucco e con i capelli umidi appena bagnati dalla pioggia: "Tanto adesso saranno le loro sapienti mani (indica il parrucchiere e la truccatrice, ndr) a rendermi bella". Anche se la figlia di Al Bano e Romina non sembra curarsi molto dell'aspetto estetico: "L'ho imparato negli anni, la bellezza è qualcosa che viene da dentro. E' la profondità delle persone. Spesso le mie amiche mi chiedono 'ma non hai visto quel figo che è appena passato?'. Io non me ne accorgo neppure, per me una persona è bella se ha qualcosa dentro".
E in America, Romina Jr, ha trovato la sua anima gemella: "Non fa parte dello showbiz, me lo voglio tenere per me, segreto. Sto bene con lui". Da tempo ha fatto perdere le sue tracce: "Avevo bisogno di liberarmi di alcuni fantasmi, di stare lontano dall'Italia, così me ne sono andata a Los Angeles, dove faccio mille cose. Ho scritto un soggetto per una serie tv, o forse un film, sul tema degli asessuati. Anche se nessuno ne parla esistono, e così volevo approfondire l'argomento". A proposito, che rapporto ha con il sesso? "Meglio passare alla domanda successiva". Che, immancabile, è sulla reunion dei genitori: "Sono molto contenta, cosa dire di più, è tutto molto bello, lo volevano i fan, lo volevamo noi figli...".
Con Tea Falco è stata la protagonista di una mostra fotografica alla Italian Tramer Art Lounge di Los Angeles: "Sono foto che ho fatto due anni fa, legate ai sogni. Sono andata a visitare i motel di Hollywood, volevo respirare le vite degli altri che sono passati da lì... Ho giocato con immagini surreali, conigliette davanti alle hall, la stanza dove ha dormito Jim Morrison che i fan riempono sempre di messaggi...". Adesso sei tornata in Italia per lavorare con Cotril: "Mi piace molto il progetto legato al libro di immagini e poesie al quale stiamo lavorando, ho accettato subito perché Cotril è una famiglia solida, italiana, ricca di valori... Quella che tutti noi sogniamo". Altri progetti in Italia? "In realtà sì, una guida in italiano in cui con una mia amica elenco tutte le cose più strane che esistono in America, assicuro che c'è molto da ridere"..

Post più popolari